IL MIO APPROCCIO

APPROCCIO COGNITIVO ZOOANTROPOLOGICO

COGNITIVO:  il cane ha una mente e il suo comportamento è dato dalle esperienze vissute, dalle sue emozioni, dal suo carattere, dalla razza a cui appartiene,…

Pensiamo alla mente del cane come ad una “biblioteca”: se noi facciamo fare tante esperienze al nostro cane, più “libri” ci saranno nella sua mente e quindi di fronte ad un’esperienza nuova riuscirà a risolverla nel migliore dei modi aprendo qualcuno dei suoi “libri”.

E’ importante che il cane abbia molte conoscAnna Andolfatto educatore e istruttore cinofilo SIUAenze, in modo che riesca a vivere in modo sereno ogni situazione che si troverà di fronte nella sua vita.

Il comportamento è espressione della sua mente!

ZOOANTROPOLOGICO: l’attenzione è mirata alla coppia cane-proprietario, l’obiettivo è quello di costruire un rapporto speciale tra queste due entità in modo da migliorare la vita insieme.

Ogni binomio è  unico e quindi ogni percorso di educazione/istruzione sarà specifico per ogni coppia, come un abito su misura prodotto dalle mani esperte di un sarto! Verranno presi in considerazione il cane, il gruppo familiare e il contesto in cui vivono.