Sito in costruzione

Vivo. Penso. Amo. Qui raccolgo i pensieri di una vita... di una vita dedicata ai cani, non più celati entro uno scrigno ma condivisi al mondo, al fine di donare anche un solo frammento di tanta passione.

Una favola che aiuta i bambini a comprendere i cani

Giacomino nel villaggio del silenzio di Francesco Fabbri, è una bellissima favola che ha come protagonista un bambino di nome Giacomino e un cane grande e bianco. Giacomino entra nel Paese del Silenzio dove vige una regola: in questo posto nessuno può parlare. Inizia così un viaggio pieno di persone, situazioni, gesti, espressioni, stati d’animo ed emozioni. Finché nel suo percorso non si trova di fronte a un cane e Giacomino dovrà imparare ad approcciarsi a lui nel modo corretto per poter diventare suo Amico.

Le parole spesso non servono per capire le persone. Sai perché mi sono trasformato in cane, Giacomino? [...]

Il cane come tutti gli animali non comunica attraverso le parole. Per lui sono importanti i gesti, i movimenti e le espressioni. Non puoi guardare un cane fisso negli occhi... lo spaventerai. Non puoi avvicinarti a lui di fronte... si sentirà minacciato e avrà paura. Non puoi toccarlo sulla testa, si sentirà schiacciato. Quando ti sei avvicinato a me ed ero un cane mi sono allontanato e ho sbadigliato, poi mi sono leccato il naso, e infine mi sono grattato… Sai cosa significano questi gesti per un cane? [...]

Questi gesti per un cane significano: stai calmo… sono un amico… perché mi minacci... [...]

Giacomino nel villaggio del silenzio
di Francesco Fabbri

Capire e capirsi è importante per tutte le persone e per tutti gli animali. Serve per diventare Amici.

Condividi in Facebook